Un nuovo inizio…

mercoledì, giugno 24, 2015 Posted by
Comments closed

Carissimi Soci,

Vi sarete accorti che da tempo, per motivi che ora vado ad elencare, non viene più utilizzato il nostro sito, autentica vetrina della Sezione, per aggiornarVi con attività, iniziative e altre notizie utili che servirebbero a mantenere saldi i rapporti della Presidenza con gli iscritti.

Purtroppo il tutto ha origine da un 2014 difficile, iniziato con la prematura scomparsa del Vice Presidente Vicario Ten. Colonnello A.A. Carmelo Consolato Rogolino e proseguito, a distanza di pochi mesi, con un altro lutto, quello del nostro amato Presidente Tenente Sandro Molinari.

Era per loro iniziativa se il sito veniva aggiornato, tramite il Ten.Imberti, scegliendo in comunione tutto ciò che andava pubblicato (scritto spesse volte da loro stessi), oltre al consueto materiale che il gruppo di attività sul campo “Pathfinder” forniva in continuazione per tenere aggiornata almeno la parte addestrativa.

Il venire meno di due cariche così importanti ha comportato una serie di problematiche che hanno assorbito completamente il Consiglio, i cui membri tutti si sono impegnati a fondo per traghettare la Sezione verso nuove elezioni il cui esito è noto.

Non sono mai mancate nel frattempo le attività sul campo e la partecipazione ai vari impegni istituzionali a cui la Sezione è stata invitata, riscuotendo numerosi apprezzamenti.

Dopo avere affrontato altre avversità di origine economico-burocratico, stiamo ritrovando un po’di serenità e tempo, condizioni necessarie a riaprire i collegamenti con il sito e ricominciare le pubblicazioni.

Forniremo contenuti nuovi, daremo spazio a tutti gli Iscritti e pian piano sposteremo le comunicazioni fino a oggi gestite dal Vice Presidente Ten. Art. Giuseppe Massari in uno spazio dedicato, accontentando così chi (presumo) bonariamente si è lamentato per la quantità di comunicazioni ricevute dalla Sezione.

Il tutto seguito dalla professionalità del Nostro socio Ten. Fabrizio Tummolillo, che il giornalista lo fa di mestiere e che di buon grado ha accettato l’incarico di seguire e aggiornare la nostra vetrina.

Sono sicuro che il tutto tornerà ad essere di massimo coinvolgimento.

In attesa di vostre critiche o suggerimenti, colgo l’occasione per augurare a Voi tutti un buon proseguimento delle Vostre attività.

 

Con viva cordialità

Il Presidente Ten. Tramat. Ris.  Davide Cucchetti

 

 

bollettino n°9

lunedì, novembre 3, 2014 Posted by
Comments closed

Esercitazione “Ottobre 2014”

Sabato 11– Domenica 12, Ottobre 2014

 

RAPPORTO MISSIONE

L’esercitazione è stata articolata in due momenti differenti, sia dal punto di vista del teatro operativo che dagli obiettivi di missione.

Il sabato ha visto i partecipanti impegnati in una ricognizione, mista appiedata e autotrasportata, su un vasto e particolarmente impervio territorio montano, compreso nei comuni piacentini di Coli e Marsaglia-Corte Brugnatella. L’operazione ha compreso la rilevazione topografica di importanti dettagli morfologici che interessano una rotta territoriale ben definita, futuro teatro di una manifestazione ludico sportiva.

Su tale percorso è stata effettuata una prima mappatura radio, che necessiterà di approfondimenti futuri. Numerose riprese fotografiche hanno completato il quadro ricognitivo della rotta in oggetto.

A lato di questa manovra è stato trovato lo spazio per eseguire una ricognizione su richiesta del Dipartimento Ambiente dell’Amministrazione Provinciale di Piacenza. L’operazione, in questo caso, ha avuto come oggetto la località denominata “zona umida I Lubbioni”. Il rapporto dettagliato del sopraluogo è stato consegnato all’autorità competente.

In serata, concluse lo attività del sabato, la colonna operativa UNUCI Piacenza si è trasferita presso la località “Passo delle Pianazze”, dove, all’interno di una struttura ecclesiastica locale è stato allestito il bivacco notturno per i partecipanti all’evento.

L’esercitazione di Domenica è stata pianificata sulla base di uno schema di “manovra tattica a partiti contrapposti”. Si è trattato di una prima bozza operativa, che ha trasferito in pratica uno schema teorico ben definito. Lo schema prevedeva innanzitutto la realizzazione di un osservatorio in quota, tecnicamente attrezzato (apparati radio, strumenti ottici di elevata potenza, telemetri, fotocamere digitali con zoom superiori a 50x, accessori per comunicazione visiva ecc.). L’osservatorio dominava un’ampia vallata percorsa da tre distinte pattuglie, due delle quali appiedate (esploratori) e una autotrasportata anch’essa dotata di importanti attrezzature tecniche.

Le tre pattuglie hanno dovuto contendersi gli stessi comuni obiettivi messi in gioco dalla direzione dell’esercitazione collocata, in questo caso, in corrispondenza dell’osservatorio.

Lo schema addestrativo si è dimostrato un’ottima piattaforma per l’esercizio operativo, con l’unica lacuna del numero minimo di otto partecipanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bollettino n°8

lunedì, novembre 3, 2014 Posted by
Comments closed

ESERCITAZIONE 28 – 29 GIUGNO “Passo Delle Pianazze”

TIPOLOGIA :     Esercitazione operativa eseguita a supporto di una manifestazione sportiva svoltasi in ambiente montano particolarmente impervio.

OBIETTIVI :       Controllo di una vasta area montana particolarmente impervia nella provincia di Piacenza.

SCOPO: Applicazione del protocollo operativo già definito, riguardante l’osservazione, il controllo e l’intervento operativo (sia questo logistico o di soccorso), in una vasta area montana a carattere morfologico particolarmente impegnativo. Valutazione delle capacità operative di coordinamento della forza impiegata in funzione della comunicazione a distanza, dell’orientamento degli interventi e della raccolta di informazioni anche in funzione della protezione e tutela dell’ambiente.

Ambito di riferimento e località interessate

Il territorio operativo è compreso nel perimetro descritto dalle coordinate: NW05.43 – 49.46; NE05.52 – 49.46; SW05.43 – 49.39; SE05.52 – 49.39. All’interno della zona s’inseriscono i Siti di Interesse Comunitario: IT4010007, denominato “SIC Roccia Cinque Dita” e il Sito di Interesse Comunitario IT4020008, denominato “SIC Monte Ragola, Lago Moo, Lago Bino”. L’operazione coinvolge i territori comunali di Farini D’Olmo e Ferriere

LOCALITA’    di riferimento del campo base   Passo delle Pianazze

VALUTAZIONE dei risultati (DE-Briefing).

L’attività è stata condotta realizzando dei presidi radio operativi efficaci su posizioni determinate in precedenza. Sotto l’ombrello della maglia radio così realizzata, è stato applicato il consueto schema di pattuglie appiedate e motorizzate operanti sotto il controllo di un coordinamento centrale. Nel complesso l’area monitorata dalla compagine UNUCI Piacenza dispiegata sul territorio è da considerare intorno ai quaranta chilometri quadrati.

La mappatura della maglia radio, realizzata in precedenti esercitazioni, in funzione della morfologia della zona e della sentieristica presente è stata efficacemente impiegata a supporto dell’organizzazione di un importante eventi sportivo di livello interregionale.

Rimandiamo la valutazione dell’attività al seguente commento riportato dagli organi di stampa sportiva locale:

“Domenica mattina, (arrivando con largo anticipo sull’orario previsto per la partenza della marcia) sul piazzale del Ristorante “Da Pianassa, mi sono ritrovata una scena alquanto inusuale.

Allineati in bell’ordine vi erano alcune camionette e diversi militari in uniforme di servizio in uso presso l’Arma di appartenenza. Mi si informava che facevano parte dell’UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia), che si apprestavano a svolgere un coordinamento organizzativo dell’evento; fornendo un insostituibile supporto per l’intera gestione della manifestazione, mediante l’impiego di attrezzature tecniche e automezzi 4×4 radiocollegati.”

bollettino n°7

lunedì, novembre 3, 2014 Posted by
Comments closed

OPERAZIONE “PIETRA

Sabato 18 Luglio 2014

OBIETTIVI:       Validità del modello organizzativo per il controllo e monitoraggio del territorio montano nella provincia di Piacenza

SCOPO:    Aggiornamento e mantenimento delle capacità operative per l’orientamento e le comunicazioni a distanza utili per la raccolta e gestione delle informazioni sulla protezione e tutela dell’ambiente.

L’esercitazione è stata condotta in modo da consentire ad operatori di una ONLUS del Lodigiano, impegnata in attività di sostegno sociale a persone disagiate, di partecipare come osservatori allo svolgimento delle nostre operazioni campali.

Ambito di riferimento e località interessate

L’area interessata ha un estensione di circa 40 Kmq. E’ costituita da un vasto anfiteatro montano dominato: a Nord da un crinale che da Est a quota 760m sale verso Ovest superando in alcuni punti i 950m e contenuto ad Est dal roccioso pendio digradante della Pietra Parcellara. L’anfiteatro e percorso da una rete di più o meno piccoli torrenti che confluiscono in due corsi d’acqua principali. Questi ultimi sfociano a Sud nel fiume Trebbia che chiude la parte meridionale dello scenario descritto. La vegetazione e tipica della macchia appenninica – sono presenti alcuni abitati rurali abitati e non collegati da strade con scarsa percorribilità

Dettaglio operativo:

Il gruppo dei partecipanti ha raggiunto alle 0700 il punto di raccolta di Piacenza. Alle 0715 la colonna si è mossa in direzione della Valle del Trebbia. La destinazione corrispondeva con la coordinata, ove è stata situata la direzione operativa e dalla quale sono partite tutte le successive attività tattiche. Raggiunta la destinazione si è proceduto al dispiegamento delle diverse unità operative, in funzione dei compiti di missione assegnati in precedenza e descritti in breve a seguito:

AIRONE: da BEATRICE.5 dirige su quota 835 in DOMINIQUE.5. Da quota 835 esegue prove di comunicazione radio con LUPO sui punti “Q1…..Q9” e procede all’intercettazione delle pattuglie “BLU e ROSSO”. Compito ulteriore di AIRONE è la ripetizione delle comunicazioni radio per consentire la copertura di rete a tutta la maglia impiegata sul teatro operativo.

LUPO:     da BEATRICE.5 si attiva per il presidio del tracciato riportato nella mappa operativa, dove assume il compito di supporto logistico e di emergenza alle pattuglie ROSSO e BLU. In collaborazione con AIRONE esegue prove di comunicazione radio sui punti “Q1…..Q9”.

ROSSO: da BEATRICE.5 procede in direzione SUD, SUD-EST, dirigendo su FRANCOISE 7, dove verrà recuperato da LUPO al punto di rendez-vous prestabilito. Lungo il percorso esegue la ricognizione del territorio mediante strumenti ottici (binocoli e fotocamere), prove comunicazione e di identificazione con rilevamento della posizione.

BLU:        da BEATRICE.5 procede in direzione SUD, dirigendo su FRANCOISE 6, dove verrà recuperato da LUPO al punto di rendez-vous prestabilito. Lungo il percorso esegue la ricognizione del territorio mediante strumenti ottici (binocoli e fotocamere), prove comunicazione e di identificazione con rilevamento della posizione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bollettino n°6

lunedì, luglio 21, 2014 Posted by
Comments closed

ATTIVITA’ di FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

ANNO 2014

 

Data di svolgimento : 17 – 18 Maggio 2014

TIPOLOGIA:     Esercitazione operativa, valutativa, non competitiva. Diurna

OBIETTIVI:       Validità del modello organizzativo per il controllo e monitoraggio del territorio montano nella provincia di Piacenza.

SCOPO Aggiornamento e mantenimento delle capacità operative per l’orientamento e le comunicazioni a distanza utili per la raccolta e gestione delle informazioni sulla protezione e tutela dell’ambiente.

 

Comunicazione preventiva:              8 maggio 2014           Mail Claudio BIGNAMI

Approvazione C.D.                             9 maggio 2014           Mail Davide CUCCHETTI

Diffusione Soci UNUCI                       9 maggio 2014           Mail Giuseppe MASSARI

Visto:  Il Presidente

Ambito di riferimento e località interessate

 

Il territorio operativo è compreso nel perimetro descritto dalle coordinate: NW05.43 – 49.46; NE05.52 – 49.46; SW05.43 – 49.39; SE05.52 – 49.39. All’interno della zona s’inseriscono i Siti di Interesse Comunitario: IT4010007, denominato “SIC Roccia Cinque Dita” e il Sito di Interesse Comunitario IT4020008, denominato “SIC Monte Ragola, Lago Moo, Lago Bino”.L’operazione coinvolge i territori comunali di Farini D’Olmo e Ferriere

Condizioni meteo

Sabato 17:                  Coperto – poco nuvoloso.

Domenica 18:             Sereno

 

LOCALITA’       Passo delle Pianazze

ALLOGGIAMENTO – VETTOVAGLIAMENTO   Tendone  generale area esterna

Presso Antica Trattoria LePianasse

Stazione RADIO in WHF Mhz 144-146         Op: I Z 2 LPJ: AIRONE

Equipaggiamento      Uniforme vegetata

Dotazione Tecnica     Ricetrasmittente, Binocolo, Bussola e GPS

Cartografia     IGM  1: 25.000

Partecipanti

Nominativo                          Ruolo 

                                              Unità Motorizzata

MASSARI Giuseppe            Unità comando mobile         M 1009 4×4

PIETRA Leonardo                    

                                               Esploratori 

BIGNAMI Claudio 

BONFANTI Walter                 

SATTA Claudio                      

MARCHESI Matteo               

ALBASI Enzo   

                                                Ponte Radio           

BRACCHI Giovanni               Postazione Radio AIRONE    

 

 

Programma cronotattico delle operazioni:

SABATO

T.0       partenza da Piacenza

T.0.1   sosta intermedia (opzionale)

T.1       raggiungimento località Prevista

T.2       allestimento campo per bivacco notturno

T.3       ricognizione approssimativa (motorizzata)

T.4       pranzo

T.5       inizio attività pomeridiana

T.6       fine attività

T.7       cena

T.8       inizio attività serale notturna

T.9       fine attività

T.10     pernottamento

DOMENICA

 T.11     sveglia

T.12     smontaggio del campo

T.13     inizio attività

T.14     fine attività

T.15     pranzo

T.16     preparazione al rientro

T.17     rientro

VALUTAZIONE dei risultati (DE-Briefing).

 L’esercitazione è stata condotta secondo il consueto schema di pattuglie appiedate e motorizzate operanti, sul teatro operativo, sotto il controllo di un coordinamento centrale. Le pattuglie appiedate, suddivise in due distinte unità operative, hanno condotto una ricognizione della zona percorrendo circa 8 km il sabato e oltre i 16 km la domenica. L’unità motorizzata si è collocata su un percorso stradale di pertinenza operativa di circa 15 km, dal quale ha fornito un supporto radio comunicativo essenziale a tutta la maglia. Oltre a ciò l’unità motorizzata  ha supportato l’attività, come figura di servizio logistico e pronto intervento in caso di necessità di soccorso. Nel complesso l’area monitorata dalla compagine UNUCI Piacenza dispiegata sul territorio è da considerare intorno ai trenta chilometri quadrati.

Su tale area è stata eseguita una mappatura della maglia radio in funzione della morfologia della zona e della senti eristica presente. Questa analisi verrà impiegata prossimamente a supporto dell’organizzazione di alcuni eventi sportivi, già calendarizzati.

La prevista attività notturna è stata cancellata in vista di un incontro tenutosi, la serata del sabato, con esponenti di una associazione di volontariato del Lodigiano dediti al servizio di assistenza sociale a ragazzi disabili (vedi relazione sul tema).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bollettino n°5

martedì, aprile 22, 2014 Posted by
Comments closed

ATTIVITA’ di FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

 Data di svolgimento: 22 – 23 Marzo 2014

TIPOLOGIA:  Esercitazione operativa, valutativa, non competitiva. Diurna

OBIETTIVI:   Validità del modello organizzativo per il controllo e monitoraggio del territorio montano nella provincia di Piacenza

SCOPO:           Aggiornamento e mantenimento delle capacità operative per l’orientamento e le comunicazioni a distanza utili per la raccolta e gestione delle informazioni sulla protezione e tutela dell’ambiente.

 

Comunicazione preventiva 22 febbraio 2014 Mail Claudio BIGNAMI

Approvazione C.D. 22 febbraio 2014 Mail Davide CUCCHETTI

Diffusione Soci UNUCI 22 febbraio 2014 Mail Giuseppe MASSARI

 

Ambito di riferimento e località interessate

L’area interessata ha un estensione di circa 40 Kmq.E’ costituita da un vasto anfiteatro montano dominato: a Nord da un crinale che da Est a quota 760m sale verso Ovest superando in alcuni punti i 950m e contenuto ad Est dal roccioso pendio digradante della Pietra Parcellara. L’anfiteatro e percorso da una rete di più o meno piccoli torrenti che confluiscono in due corsi d’acqua principali. Questi ultimi sfociano a Sud nel fiume Trebbia che chiude la parte meridionale dello scenario descritto.La vegetazione e tipica della macchia appenninica – sono presenti alcuni abitati rurali abitati e non collegati da strade con scarsa percorribilità. L’operazione coinvolge i territori comunali di Travo e Bobbio.

 

Condizioni meteo

Sabato 22 Coperto nuvoloso

Domenica 23 Parzialmente coperto con pioggia

LOCALITA’:    Pietra Parcellara

ALLOGGIAMENTO –VETTOVAGLIAMENTO: Attendato Area Agriturismo Madre Pietra, c/o l’omonimo agriturismo.

Stazione RADIO in WHF Mhz 144-146 Op: I Z 2 LPJ: AIRONE

Equipaggiamento Uniforme vegetata

Dotazione Tecnica Ricetrasmittente, Binocolo, Bussola e GPS

Cartografia Tavoletta IGM 1: 25.000

 

Partecipanti

 

Nominativo                    Ruolo

Unità Motorizzata

MASSARI Giuseppe     Unità Comando Mobile Chevy M 1009 4×4

PIETRA Leonardo

Esploratori

BIGNAMI Claudio

BONFANTI Walter

BOZZI Stefano

CUCCHETTI Davide

SATTA Claudio

MARCHESI Matteo

 

Breve descrizione delle operazioni

ESPLORATORI

T1 La Pattuglia ROSSO, composta da BLU e VERDE, lascia la posizione in direzione T3 (W-SW).

T2 La Pattuglia Blu si sgancia da ROSSO e dirige su T4 (S-SE).

La pattuglia VERDE mantiene la direzione T3.

T3 La pattuglia Verde devia in direzione T4 (S-SE).

T4 Rendez-vouz pattuglie BLU e VERDE.

Si ricompone la pattuglia ROSSO.

La pattuglia ROSSO dirige su T5 (N-NE).

T5 Rendez-vouz pattuglie appiedate e motorizzate. Fine delle attività.

MOTORIZZATI

La pattuglia motorizzata LUPO presidia i tratti stradali interni al teatro operativo.

In condizioni di buona visibilità verranno eseguite prove di intercettazione a distanza con esercizio di calcolo topografico.

 

 

VALUTAZIONE DEI RISULTATI: (DE-Briefing).

L’attività di pattugliamento ha avuto inizio dal punto T5 in alternativa al T1 previsto, aggiungendo circa 2 km al percorso previsto per la pattuglie ROSSO, suddivisa a partire dal punto T2 in pattuglia BLU e VERDE. L’itinerario delle “truppe” appiedate si è sviluppato su un percorso di circa 16 Km, inoltrandosi in territori ad elevato contenuto ambientale e paesaggistico. E’ stato eseguito il consueto programma addestrativo relativo al coordinamento di gruppo, basato sostanzialmente su comunica conoscenza topografica e radiocomunicazioni. Come previsto dallo schema operativo la componente motorizzata ha presidiato la rete stradale interna alla zona operativa, supportando l’operazione sia dal punto di vista delle comunicazioni radio che della logistica di supporto. La stessa unità ha provveduto al recupero delle pattuglie appiedate al punto di rendez-vouz T4, a conclusione dell’attività esplorativa.

 

bollettino n°4

lunedì, aprile 21, 2014 Posted by
Comments closed

 

A PIACENZA CERIMONIA IN ONORE DEI MILITARI CADUTI PER LA PATRIA

Nella mattinata di venerdì 21 marzo è avvenuta, presso il Famedio dei Caduti in Piazza Cavalli, la cerimonia di deposizione di una corona d’alloro in onore dei militari piacentini caduti per realizzare l’Unità d’Italia e difendere la Patria. L’iniziativa è venuta dalla sezione Unuci di Piacenza e dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano; con la partecipazione delle autorità religiose, della rappresentanza del corpo dei marinai e di quello dei carabinieri di Piacenza, di un gruppo di studenti del liceo Gioia e del pubblico; la piazza è stata gremita velocemente. “Gli scopi di questa manifestazione – ha spiegato Sandro Molinari, presidente di Unuci – sono diversi. Omaggiando coloro che si sono battuti per i grandi ideali della Patria si invitano tutti i membri di questa città a valorizzare il Famedio di Piacenza. Per questo, il secondo grande obiettivo di questa mattina è passare la nostra memoria alle giovani generazioni, che la storia la stanno apprendendo ora dagli insegnanti e dai libri.” A riprova di queste parole hanno parlato anche il rappresentante della fondazione Ing Francesco Scaravaggi ed il Cappellano militare, Don Bruno Crotti, che ha invitato i giovani, primi destinatari della cerimonia, a prendere posto in prima fila per assistere alla benedizione della corona d’alloro. L’intento educativo è stato sottolineato anche dalle parole del messaggio del vescovo mons. Gianni Ambrosio, che ha rilevato “l’importanza di conservare memoria imperitura dei nostri caduti per le generazioni che vivono in un contesto socio-culturale privo di riferimenti autentici.”

 

 

 

 

 

 

 

 

La cerimonia si è conclusa con l’esposizione della corona d’alloro presso il Famedio e un momento di riflessione collettiva.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Presidente Ten. Sandro Molinari Il V. Presidente / Segretario Ten. Giuseppe Massari

Piacenza , 29/03/2014

 

 

Bollettino n. 3 – 2014

martedì, aprile 1, 2014 Posted by
Comments closed

Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia


NOTIZIE DALLA PRESIDENZA NAZIONALE

 Avvicendamento del Presidente Nazionale

  In data 24 marzo 2014 la Prefettura di Roma ha iscritto nel Registro delle Persone giuridiche l’Associazione “Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia” con contestuale iscrizione dello Statuto depositato presso il notaio Dott. Francesco Cerini.

In relazione a quanto sopra il Generale di Squadra Aerea Giovanni Tricomi lascia l’incarico di Presidente nazionale dell’UNUCI e invia il saluto di commiato di seguito riportato. Nella stessa data, il Gen. C.A. Rocco Panunzi subentra nell’incarico di Presidente Nazionale.

 Gen. C.A. Pietro SOLAINI              

 

ELEZIONE E NOMINA DELLE CARICHE SOCIALI

 

In ottemperanza a quanto stabilito dal Decreto del Presidente della Repubblica del 18 marzo 2013, n. 50, relativo alla privatizzazione dell’UNUCI, il Consiglio Nazionale procederà, nel corso della prossima riunione, all’elezione delle cariche di:

  • Vice Presidente Nazionale;
  • Membri del Collegio dei Sindaci (tre effettivi e un supplente);
  • Collegio dei Probiviri (tre membri).

 

Questi i requisiti richiesti per la candidatura alle cariche sopra indicate:

 Vice Presidente Nazionale

Socio ordinario di comprovata esperienza professionale con specifica conoscenza del Sodalizio, possibilmente appartenente a Forza Armata diversa da quella di provenienza del Presidente Nazionale.

È eletto con voto segreto e a maggioranza assoluta dal Consiglio Nazionale.

Consiglio dei Sindaci

Soci UNUCI in possesso di specifica professionalità e moralità. Sono eletti dal Consiglio Nazionale.

Collegio dei Probiviri

Soci UNUCI in possesso di particolare moralità e professionalità, con esperienza su questioni di carattere disciplinare e contenzioso. Sono eletti dal Consiglio Nazionale.

Candidature

I Soci in regola con l’iscrizione annuale che intendono presentare le rispettive candidature alle cariche sopra specificate, sono invitati a far pervenire alla Segreteria della Presidenza Nazionale i loro curricula entro, e non oltre, il 10 aprile 2014.

Nomina del Segretario Generale

Con l’occasione, si rende noto che nella prossima riunione il Consiglio Nazionale procederà anche alla nomina del Segretario Generale che avverrà, su proposta del Presidente Nazionale, scegliendo il candidato tra i Soci ordinari in possesso di profonda e vasta conoscenza professionale e gestionale dell’Associazione.

 

Tutti coloro che accederanno alle predette cariche, entro trenta giorni dalla elezione/nomina dovranno eleggere domicilio in Roma o provincia.

 

 

L’UNUCI da Ente di diritto pubblico

ad Associazione di diritto privato

In aderenza a quanto stabilito dal DPR n. 50/2013 (vedasi Rivista n. 5/6-2013 e sito web della Presidenza Nazionale), relativo alla privatizzazione dell’UNUCI, il Consiglio Nazionale, nella riunione svoltasi a Chianciano il 20 giugno 2013, ha preceduto all’elezione del Presidente Nazionale e dei membri del Consiglio Direttivo. In particolare, sono risultati eletti:

·  Presidente Nazionale, con 8 voti su 15, il Generale C.A. Rocco Panunzi;

·  Consiglieri Nazionali: Magg.Gen. Sergio Labonia (14 voti); Gen. C.A. Pietro Solaini (12 voti); Gen. B. Giuliano Giannone (10 voti); Gen. B. Aldo Marini (10 voti); Gen. B. Federico Sepe (9 voti).

Per quanto attiene alle restanti Cariche sociali dell’UNUCI nel suo status di Associazione di diritto privato, che dovrà prevedere le cariche di: Vice Presidente Nazionale, Segretario Generale, Collegio dei Sindaci e Collegio dei Probiviri, la Presidenza Nazionale farà conoscere con apposite comunicazioni sul sito Web tempi e procedure delle relative elezioni.

 

Regolamento di Privatizzazione dell’UNUCI (DPR 18 marzo 2013 n. 50)

  

In data 14 maggio 2013 è stato pubblicato sulla G.U. n. 111 il DPR 18 marzo 2013, n. 50 che regolamenta la privatizzazione dell’Ente pubblico non economico UNUCI.

 

 Direttiva dello SME sull’utilizzo delle Foresterie dell’Esercito

 

In data 28 ottobre 2013 lo Stato Maggiore dell’Esercito ha diramato la direttiva sull’argomento.

 

“PREVENZIONE – SICUREZZA”

Direttiva della Presidenza Nazionale 

 

Nel mese di novembre la Presidenza Nazionale ha trasmesso, ai Delegati Regionali e ai Presidenti di Sezione la direttiva “Prevenzione-Sicurezza” che incrementa e aggiorna tutte le disposizioni emanate in passato in materia di prevenzione e sicurezza del personale impegnato in attività addestrative.

 

Per approfondimenti potete interrogare il sito della presidenza nazionale sotto indicato

http://www.unuci.org/

Con vivissima cordialità.

 

 

 

 

Il Presidente Ten. Sandro Molinari            Il V. Presidente / Segretario Ten. Giuseppe Massari

 

Piacenza , 29/03/2014

Bollettino n. 2/2014

martedì, marzo 4, 2014 Posted by
Comments closed

Carissimi Ufficiali ecco il Bollettino n. 2 / 2014.

Informiamo, per competenza e dovere, della richiesta pervenutaci

dal Delegato Regionale Emilia Romagna

Fatela circolare, grazie

Cordiali saluti

Maurizio Lauro

 

Approfittiamo dell’occasione per:

  1. rammentare, a Chi non avesse ancora provveduto, che è aperto il rinnovo  della quota associativa ( € 50,00 ) dell’anno in corso; quota che può essere versata in contanti presso la sede di Via San Giuliano  n° 8/A nei giorni di mercoledì e sabato dalle ore 10:30 alle ore 12:00, oppure per mezzo di c.c. postale n° 14509293 intestato alla Scrivente Sezione.

  2. chiedere, a chi ancora non l’avesse fornito, di comunicare un recapito di posta elettronica per agevolare le reciproche corrispondenze.

Con vivissima cordialità.

 

 

Il Presidente Ten. Sandro Molinari       Il V. Presidente / Segretario Ten. Giuseppe Massari

Piacenza , 02/03/2014

 

 

 

Bollettino n. 1 / 2014

sabato, febbraio 22, 2014 Posted by
Comments closed

Riprendiamo , con questo Bollettino, le notizie e le comunicazioni della Sezione interrotte per problemi indipendenti dalla nostra volontà.

Per altro, l’attività della Sezione è stata ed è  sempre molto dinamica.

E’ quindi nostro impegno tenerVi informati sulle esercitazioni addestrative che si svolgeranno con cadenza mensile.

A seguire,  il rapporto di missione dell’esercitazione tenutasi con successo nel mese di Febbraio 2014

Con vivissima cordialità

 

    Il Presidente 

 

Ten. Sandro Molinari

Esercitazione “Febbraio 2014”

 

Sabato 8 – Domenica 9, Febbraio 2014

 

 

 

 

 

Sabato 8 e domenica 9 Febbraio, si è tenuta l’uscita addestrativa prevista dal programma annuale. L’appuntamento è stato incentrato sulla rivisitazione della procedura tecnica di: “Controllo del territorio”. I partecipanti, suddivisi in unità appiedate e unità motorizzate, si sono dispiegati sulla zona in oggetto realizzando punti di osservazione in copertura radio. La componente motorizzata ha partecipato all’azione con l’obbiettivo primario finalizzato al supporto logistico e radio comunicativo della componente appiedata. Il gruppo di esploratori (componente appiedata), suddiviso in due pattuglie distinte, è stato impegnato in un percorso ricognitivo parallelo che, da quota 970m in corrispondenza del Passo delle Pianazze, ha tracciato una rotta diretta sulle coordinate: 05 43 400 – 49 45 800, in corrispondenza di un ponte posto sul torrente Nure.  A causa delle abbondanti nevicate seguite da fitte piogge che, nelle giornate precedenti le operazioni hanno imperversato sul territorio in oggetto, la ricognizione ha costretto gli uomini in una marcia impegnativa sia sul profilo tecnico che fisico. Gli esploratori si sono trovati ad affrontare un terreno a tratti coperto da uno strato abbondante di neve e a tratti fradicio e fangoso. I numerosi torrenti, originatisi dalle abbondanti precipitazioni, hanno più volte costretto le pattuglie a deviazioni alternative, su percorsi improvvisati, per superare ostacoli altrimenti insormontabili.

 

 

 

 

 

 

 

L’obiettivo primario, descritto dal profilo di missione, non è stato raggiunto dai partecipanti proprio a causa della condizione del territorio, che il gruppo di  esploratori si è trovato ad affrontare.

 

 Nel complesso l’esercitazione ha confermato la capacita del gruppo operativo UNUCI Piacenza, nell’affrontare situazioni anche difficili con capacità tecnica e di coordinamento tali da contenere sempre le operazioni in un contesto di sicurezza più che soddisfacente. 

 

Claudio Bignami