Archive for febbraio, 2014

Bollettino n. 1 / 2014

Posted by on sabato, 22 febbraio, 2014

Riprendiamo , con questo Bollettino, le notizie e le comunicazioni della Sezione interrotte per problemi indipendenti dalla nostra volontà.

Per altro, l’attività della Sezione è stata ed è  sempre molto dinamica.

E’ quindi nostro impegno tenerVi informati sulle esercitazioni addestrative che si svolgeranno con cadenza mensile.

A seguire,  il rapporto di missione dell’esercitazione tenutasi con successo nel mese di Febbraio 2014

Con vivissima cordialità

 

    Il Presidente 

 

Ten. Sandro Molinari

Esercitazione “Febbraio 2014”

 

Sabato 8 – Domenica 9, Febbraio 2014

 

 

 

 

 

Sabato 8 e domenica 9 Febbraio, si è tenuta l’uscita addestrativa prevista dal programma annuale. L’appuntamento è stato incentrato sulla rivisitazione della procedura tecnica di: “Controllo del territorio”. I partecipanti, suddivisi in unità appiedate e unità motorizzate, si sono dispiegati sulla zona in oggetto realizzando punti di osservazione in copertura radio. La componente motorizzata ha partecipato all’azione con l’obbiettivo primario finalizzato al supporto logistico e radio comunicativo della componente appiedata. Il gruppo di esploratori (componente appiedata), suddiviso in due pattuglie distinte, è stato impegnato in un percorso ricognitivo parallelo che, da quota 970m in corrispondenza del Passo delle Pianazze, ha tracciato una rotta diretta sulle coordinate: 05 43 400 – 49 45 800, in corrispondenza di un ponte posto sul torrente Nure.  A causa delle abbondanti nevicate seguite da fitte piogge che, nelle giornate precedenti le operazioni hanno imperversato sul territorio in oggetto, la ricognizione ha costretto gli uomini in una marcia impegnativa sia sul profilo tecnico che fisico. Gli esploratori si sono trovati ad affrontare un terreno a tratti coperto da uno strato abbondante di neve e a tratti fradicio e fangoso. I numerosi torrenti, originatisi dalle abbondanti precipitazioni, hanno più volte costretto le pattuglie a deviazioni alternative, su percorsi improvvisati, per superare ostacoli altrimenti insormontabili.

 

 

 

 

 

 

 

L’obiettivo primario, descritto dal profilo di missione, non è stato raggiunto dai partecipanti proprio a causa della condizione del territorio, che il gruppo di  esploratori si è trovato ad affrontare.

 

 Nel complesso l’esercitazione ha confermato la capacita del gruppo operativo UNUCI Piacenza, nell’affrontare situazioni anche difficili con capacità tecnica e di coordinamento tali da contenere sempre le operazioni in un contesto di sicurezza più che soddisfacente. 

 

Claudio Bignami