Archive for marzo, 2012

Unuci Pc – Notiziario n. 8 – 2012

Posted by on martedì, 20 marzo, 2012

Carissimi Ufficiali, eccovi il Bollettino n.8/2012

1) Cerimonia di intitolazione del Ponte “Daniele Paladini” – Gruppo Bandiera Unuci

Domenica 18 marzo 2012 il Gruppo Bandiera Unuci Piacenza ha partecipato alla cerimonia di intitolazione del Ponte “Daniele Paladini”

Alla cerimonia, molto partecipata, hanno presenziato alte Autorità Militari e Civili e la nostra presenza è stata molto apprezzata.

Ecco una foto del Gruppo Bandiera con il Gen. Fabrizio Castagnetti e il Presidente della Provincia di Piacenza Prof. Massimo Trespidi.

 

 

2) Poligono di tiro a segno Sezione di Piacenza

Per tutti gli interessati ecco le novità riguardanti la convenzione tra UNUCI e  il Tiro a Segno Nazionale Sezione di Piacenza:

 

La quota associativa annuale diventa € 50,00 per tutti.

A fronte di questo abbiamo però ottenuto il trattamento riservato alle forze dell’ordine sulle spese di frequenza e cioè:

  • La quota per la linea a 12/25 mt scende (a seconda del calibro utilizzato) a una tariffa variabile tra €5,00 e € 6,50;
  • La quota per la linea 50 mt. (carabina) scende a € 5,00;
  • La linea della palestra di tiro in aria compressa: € 3,50;
  • Per il comodato d’uso dell’arma ci viene riconosciuto uno sconto del 20%.

A conti fatti, se si frequenta il Tiro a Segno, la differenza di quota associativa si recupera abbastanza velocemente.

(PS: è attiva la nuova casella di posta tirosportivo@unucipiacenza.it per chi volesse avere ulteriori informazioni o per chi volesse aderire al progetto di una squadra UNUCI di tiro)

 

3) Fiducia nelle Forze Armate

Un recente sondaggio pubblicato sul quotidiano Libertà fra 1000 giovani (tra i 18 e 21 anni) voluto dalla Cisl e realizzato dal Laboratorio di Economia dell’Università Cattolica indica nella Polizia e nelle Forze Armate la massima fiducia riposta tra le 17 istituzioni/organizzazioni del Paese.

La notizia non può che farci piacere essendo l’Unuci il “trait d’union” tra le Forze Armate e la Società civile.

Con i più cordiali saluti

UNUCI PIACENZA

Il Presidente

Ten Sandro Molinari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nuova convenzione con il TSN di Piacenza

Posted by on sabato, 10 marzo, 2012

Per tutti gli interessati ecco le novità riguardanti la convenzione con il Tiro a Segno Nazionale sezione di Piacenza:

la quota associativa annuale aimé aumenta, diventa € 50,00.
A fronte però di questo abbiamo ottenuto il trattamento riservato alle forze dell’ordine sulle spese di frequenza e cioè:

  • La quota per la linea a 12/25 mt scende (a seconda del calibro utilizzato) a una tariffa variabile tra  €5,00 e € 6,50;
  • La quota per la linea 50 mt. (carabina) scende a € 5,00;
  • La linea della palestra di tiro in aria compressa: € 3,50;
  • Per il comodato d’uso dell’arma ci viene riconosciuto uno sconto del 20%.

Questi sconti si applicano anche in caso del corso per il maneggio delle armi che, in questo modo, si riduce praticamente ai costi fissi ministeriali.

A conti fatti, se si frequenta il Tiro a Segno, la differenza di quota associativa si recupera abbastanza velocemente.

Vi aspetto numerosi agli allenamenti.

Ten. Luca Imberti

PS: è attiva la nuova casella di posta tirosportivo@unucipiacenza.it per chi volesse avere ulteriori informazioni o per chi volesse aderire al progetto di una squadra UNUCI di tiro.

Unuci Pc – Bollettino n. 7 – 2012

Posted by on giovedì, 8 marzo, 2012

Carissimi Ufficiali, eccovi il Bollettino n. 7 / 2012

1) Solidarietà ai Fucilieri del Reggimento “San Marco”

In relazione ai fatti recentemente verificatisi nell’Oceano Indiano, che vedono coinvolti due militari del Reggimento “San Marco”, il Presidente Nazionale UNUCI, a nome di tutti i Soci del Sodalizio, esprime sentimenti di profonda solidarietà alla Marina Militare, ai Fucilieri Massimiliano Latorre e Salvatore Girone e ai loro familiari.

 

2) Convenzioni per i Soci.

“ Il nostro sito Ufficiale, liberamente consultabile da tutti, riporta vari settori di consultazione nei quali sono indicati le notizie, le attività, le esercitazioni e le informazioni del Sodalizio.

Alcuni nostri iscritti che esercitano una attività (commerciale, artigianale, industriale o professionale nei vari settori) hanno dichiarato la loro disponibilità ad agevolare i Soci della Sezione.

Per questo abbiamo creato nel Sito una apposita pagina dedicata alle “Convenzioni con i Soci” nella quale qualsiasi Socio interessato a reclamizzare la propria attività e nel contempo favorire gli iscritti Unuci Piacenza con sconti o agevolazioni particolari, può segnalare la propria offerta da pubblicare sul Sito.

Questa iniziativa è anche una occasione importante per realizzare un’ulteriore finalità e cioè creare le premesse per unire maggiormente i Soci, rafforzare il senso di appartenenza all’Unuci, fare “Gruppo” tra gli iscritti e aiutare , avendone la possibilità, i consoci..

Restiamo perciò in attesa di ricevere le Vostre segnalazioni da inserire nelle “Convenzioni”.

 

3)Arruolamenti nelle Forze di Completamento

Il 23 Gennaio u.s. presso lo Stato Maggiore dell’Esercito il Presidente Nazionale Unuci Gen. Giovanni Tricomi, ha sottoscritto il rinnovo della convenzione che suggella la collaborazione tra l’UNUCI e la Forza Armata nel campo della promozione degli arruolamenti nelle Forze di Completamento.

Scopo della Convenzione è la collaborazione tra lo Stato Maggiore dell’Esercito e l’UNUCI al fine di promuovere e favorire l’adesione alle Forze di Completamento Volontarie; informare il personale in merito alle problematiche inerenti alle Forze di Completamento Volontarie; partecipare alle attività relative alla promozione dei reclutamenti per l’Esercito nel suo complesso.

L’organizzazione per il completamento dell’Esercito trova la sua legittimità giuridica nel disposto di cui all’art. 88 del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66 (Codice dell’ordinamento militare) che limita le predisposizioni di mobilitazione al solo completamento di Comandi, Enti e Unità in vita.

Specifici articoli del Codice dell’ordinamento militare (art. 621 e 1929) prevedono la possibilità di adottare provvedimenti per l’aumento della consistenza numerica del personale delle Forze Armate esclusivamente nel caso sia deliberato lo stato di guerra ai sensi dell’art. 78 della Costituzione o qualora una grave crisi internazionale coinvolga l’Italia direttamente o in ragione della sua appartenenza a un’Organizzazione internazionale.

In sintesi l’attuale organizzazione si articola in:

  • Forze per il completamento generale che si costituiscono all’emergenza attraverso provvedimenti a carattere coercitivo, pianificati sin dal tempo di pace;
  • Forze per il completamento volontarie costituite dal personale in congedo delle varie categorie (Ufficiali, Sottufficiali, militari di truppa) che ha fornito la propria disponibilità al richiamo in servizio, richiamabile su base volontaria, per fronteggiare particolari esigenze operative/addestrative.

Nell’ambito delle Forze di completamento volontarie (Ufficiali, Sottufficiali e militari di truppa) lo Stato Maggiore dell’Esercito, al fine di disporre di un bacino di personale – uomini e donne – in possesso di particolari professionalità d’interesse per le esigenze operative della Forza Armata, non compiutamente disponibili nell’ambito della stessa, ha avviato, per la sola categoria degli Ufficiali, il progetto della “Riserva Selezionata”.

 

4) Manifestazione di intitolazione del “ Ponte Paladini”

Domenica 18 marzo p.v. è prevista la manifestazione di inaugurazione del “Ponte Paladini”

Nella circostanza dovrebbe essere presente il nostro Gruppo Bandiera

Tra le nuove “leve” del Gruppo vi è il Tenente Fabrizio Tummolillo (e non STen. come erroneamente “declassato” nel resoconto della precedente uscita del Gruppo)

 

Con tanti cordiali saluti

Unuci Piacenza – Il Presidente – Ten. Sandro Molinari

Notiziario n. 6 – 2012

Posted by on sabato, 3 marzo, 2012

1) “Attività addestrativa”: determinazione del Consiglio in data 2 Febbraio 2012

 

In relazione allo sviluppo e all’incremento delle diverse possibilità di forme addestrative, il Consiglio di Sezione del 2 Febbraio u.s. ha determinato, per evitare i contrattempi che ultimamente si sono verificati, di approvare le linee guida dell’attività addestrativa.

Riportiamo qui di seguito l’estratto del verbale affinchè siano note a tutti gli iscritti le modalità a cui attenersi.

“..omissis .. Tutti i soci possono partecipare alle attività formative esterne che la Sezione organizza ovviamente compatibilmente con gli impegni, gli interessi e la preparazione fisica e tecnica di ciascuno.

In relazione alle diverse “correnti di pensiero” circa lo svolgimento e la partecipazione alle esercitazioni e, più in generale all’attività addestrativa, si sono create a volte, sovrapposizioni e/o programmazioni precipitose senza una preventiva coordinazione, con un risultato negativo, che ha creato disguidi fra i vari associati e gli organi preposti al coordinamento delle varie attività esterne…

Risulta perciò fondamentale stabilire e fissare dei criteri di base, dei punti fissi che tutti gli aderenti devono osservare e che vengono proposti articolandoli in tre punti che di seguito si elencano:

1. individuare e programmare le attività esterne dell’UNUCI che, in relazione all’addestramento, sono:

  • attività in collaborazione con altri Enti stipulando convenzioni e sottoscrivendo protocolli di intesa;
  • partecipazioni ad iniziative programmate e organizzate da altre sezioni Unuci e/o corpi militari dell’Esercito;
  • esercitazioni organizzate e gestite dai soci della Sezione di Piacenza;

2. fissare dei principi cardine per l’organizzazione delle esercitazioni e precisamente :

  • il non uso di armi o repliche;
  • riservare le esercitazioni per i soli iscritti della Sezione (con la possibilità di allargarle agli iscritti di altre associazioni d’arma, o associazioni di volontariato presenti sul territorio piacentino in base ad apposite convenzioni);
  • valutare il supporto tattico ovvero i presupposti fondamentali ai fini della valutazione di merito dell’utilità dell’addestramento;

3. fissare la procedura dell’organizzazione delle esercitazioni e precisamente: 

  • presentazione delle esercitazioni alla Commissione Addestramento per l’esame e approvazione;
  • predisposizione del calendario annuale delle esercitazioni da parte della Commissione Addestramento;
  •  descrizione dei lineamenti di ogni singola esercitazione dettagliando le modalità di esecuzione e il teatro operativo;
  • attuazione della esercitazione sotto la guida di un Responsabile con piano di missione;
  • verifica dei risultati con un rapporto di missione..

Questa linea di condotta serve per garantire a tutti i soci interessati di poter continuare a svolgere attività addestrativa con proficuo interesse.

Per meglio definire tutto l’iter organizzativo viene incaricato il Col. Carmelo Rogolino quale responsabile e coordinatore della Commissione Addestramento e referente dell’attività addestrativa della Sezione, il quale potrà avvalersi della collaborazione dei Consiglieri e Soci competenti nel settore..

La Commissione dovrà sviluppare e definire la pianificazione delle attività addestrative e la procedura per la realizzazione delle stesse ….omissis ”

 

 

2) Cambio Comando II° RGT Genio Pontieri e nostro Gruppo Bandiera.

 

Il 24 Febbraio u.s. presso la Caserma Filippo Nicolai di Piazza Cittadella è avvenuto il passaggio delle consegne tra il Col. Fabio Cornacchia e il T.Col: Rocco Capuano.

Alla cerimonia, molto partecipata ha presenziato il nostro Gruppo Bandiera con due new entry – Ten. Paolo Malvicini e STen Fabrizio Tummolillo – e due “veterani” – Ten Luca Imberti e Cap. Massimiliano Passante.

Ecco alcune foto della manifestazione e del Gruppo Bandiera Unuci

 

3 ) Rapporto di missione dell’esercitazione “Febbraio 2012”

Il gruppo dei partecipanti ha avuto la fortuna di incontrare una condizione meteo particolarmente favorevole. Con una visibilità superiore ai 5 km è stato possibile operare degli esercizi di ricognizione visiva (con l’ausilio degli adeguati strumenti ottici) raramente realizzabili.

La prima parte dell’attività addestrativa e cioè quella inerente alla realizzazione di una rete radio a copertura dell’area addestrativa, è stata condotta “by the book” ( come da manuale). Sono stati censiti, in termini di radio efficienza, una sufficiente quantità di punti perimetrali sensibili sui quali è stata costruita l’esercitazione del giorno successivo.

La simulazione di “rilevazione di violazione di perimetro da parte di entità ostili non definite” è stata realizzata in modo da individuare concretamente le difficoltà da affrontare in termini operativi, sia dal punto di vista del coordinamento della struttura preposta al rilevamento, che a quella diretta all’intervento ricognitivo.

Nel complesso, l’esercitazione ha prodotto una serie di momenti critici sui quali riflettere prima della stesura di un protocollo operativo adeguato all’argomento in oggetto.

 

Con tanti cordiali saluti

 

Unuci Piacenza

Il Presidente

Ten. Sandro Molinari