Archive for category Attività addestrativa

Di seguito una comunicazione per tutti gli iscritti UNUCI.

Posted by on domenica, 1 novembre, 2015

bollettino n°6

Posted by on lunedì, 21 luglio, 2014

ATTIVITA’ di FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

ANNO 2014

 

Data di svolgimento : 17 – 18 Maggio 2014

TIPOLOGIA:     Esercitazione operativa, valutativa, non competitiva. Diurna

OBIETTIVI:       Validità del modello organizzativo per il controllo e monitoraggio del territorio montano nella provincia di Piacenza.

SCOPO Aggiornamento e mantenimento delle capacità operative per l’orientamento e le comunicazioni a distanza utili per la raccolta e gestione delle informazioni sulla protezione e tutela dell’ambiente.

 

Comunicazione preventiva:              8 maggio 2014           Mail Claudio BIGNAMI

Approvazione C.D.                             9 maggio 2014           Mail Davide CUCCHETTI

Diffusione Soci UNUCI                       9 maggio 2014           Mail Giuseppe MASSARI

Visto:  Il Presidente

Ambito di riferimento e località interessate

 

Il territorio operativo è compreso nel perimetro descritto dalle coordinate: NW05.43 – 49.46; NE05.52 – 49.46; SW05.43 – 49.39; SE05.52 – 49.39. All’interno della zona s’inseriscono i Siti di Interesse Comunitario: IT4010007, denominato “SIC Roccia Cinque Dita” e il Sito di Interesse Comunitario IT4020008, denominato “SIC Monte Ragola, Lago Moo, Lago Bino”.L’operazione coinvolge i territori comunali di Farini D’Olmo e Ferriere

Condizioni meteo

Sabato 17:                  Coperto – poco nuvoloso.

Domenica 18:             Sereno

 

LOCALITA’       Passo delle Pianazze

ALLOGGIAMENTO – VETTOVAGLIAMENTO   Tendone  generale area esterna

Presso Antica Trattoria LePianasse

Stazione RADIO in WHF Mhz 144-146         Op: I Z 2 LPJ: AIRONE

Equipaggiamento      Uniforme vegetata

Dotazione Tecnica     Ricetrasmittente, Binocolo, Bussola e GPS

Cartografia     IGM  1: 25.000

Partecipanti

Nominativo                          Ruolo 

                                              Unità Motorizzata

MASSARI Giuseppe            Unità comando mobile         M 1009 4×4

PIETRA Leonardo                    

                                               Esploratori 

BIGNAMI Claudio 

BONFANTI Walter                 

SATTA Claudio                      

MARCHESI Matteo               

ALBASI Enzo   

                                                Ponte Radio           

BRACCHI Giovanni               Postazione Radio AIRONE    

 

 

Programma cronotattico delle operazioni:

SABATO

T.0       partenza da Piacenza

T.0.1   sosta intermedia (opzionale)

T.1       raggiungimento località Prevista

T.2       allestimento campo per bivacco notturno

T.3       ricognizione approssimativa (motorizzata)

T.4       pranzo

T.5       inizio attività pomeridiana

T.6       fine attività

T.7       cena

T.8       inizio attività serale notturna

T.9       fine attività

T.10     pernottamento

DOMENICA

 T.11     sveglia

T.12     smontaggio del campo

T.13     inizio attività

T.14     fine attività

T.15     pranzo

T.16     preparazione al rientro

T.17     rientro

VALUTAZIONE dei risultati (DE-Briefing).

 L’esercitazione è stata condotta secondo il consueto schema di pattuglie appiedate e motorizzate operanti, sul teatro operativo, sotto il controllo di un coordinamento centrale. Le pattuglie appiedate, suddivise in due distinte unità operative, hanno condotto una ricognizione della zona percorrendo circa 8 km il sabato e oltre i 16 km la domenica. L’unità motorizzata si è collocata su un percorso stradale di pertinenza operativa di circa 15 km, dal quale ha fornito un supporto radio comunicativo essenziale a tutta la maglia. Oltre a ciò l’unità motorizzata  ha supportato l’attività, come figura di servizio logistico e pronto intervento in caso di necessità di soccorso. Nel complesso l’area monitorata dalla compagine UNUCI Piacenza dispiegata sul territorio è da considerare intorno ai trenta chilometri quadrati.

Su tale area è stata eseguita una mappatura della maglia radio in funzione della morfologia della zona e della senti eristica presente. Questa analisi verrà impiegata prossimamente a supporto dell’organizzazione di alcuni eventi sportivi, già calendarizzati.

La prevista attività notturna è stata cancellata in vista di un incontro tenutosi, la serata del sabato, con esponenti di una associazione di volontariato del Lodigiano dediti al servizio di assistenza sociale a ragazzi disabili (vedi relazione sul tema).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bollettino n°5

Posted by on martedì, 22 aprile, 2014

ATTIVITA’ di FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

 Data di svolgimento: 22 – 23 Marzo 2014

TIPOLOGIA:  Esercitazione operativa, valutativa, non competitiva. Diurna

OBIETTIVI:   Validità del modello organizzativo per il controllo e monitoraggio del territorio montano nella provincia di Piacenza

SCOPO:           Aggiornamento e mantenimento delle capacità operative per l’orientamento e le comunicazioni a distanza utili per la raccolta e gestione delle informazioni sulla protezione e tutela dell’ambiente.

 

Comunicazione preventiva 22 febbraio 2014 Mail Claudio BIGNAMI

Approvazione C.D. 22 febbraio 2014 Mail Davide CUCCHETTI

Diffusione Soci UNUCI 22 febbraio 2014 Mail Giuseppe MASSARI

 

Ambito di riferimento e località interessate

L’area interessata ha un estensione di circa 40 Kmq.E’ costituita da un vasto anfiteatro montano dominato: a Nord da un crinale che da Est a quota 760m sale verso Ovest superando in alcuni punti i 950m e contenuto ad Est dal roccioso pendio digradante della Pietra Parcellara. L’anfiteatro e percorso da una rete di più o meno piccoli torrenti che confluiscono in due corsi d’acqua principali. Questi ultimi sfociano a Sud nel fiume Trebbia che chiude la parte meridionale dello scenario descritto.La vegetazione e tipica della macchia appenninica – sono presenti alcuni abitati rurali abitati e non collegati da strade con scarsa percorribilità. L’operazione coinvolge i territori comunali di Travo e Bobbio.

 

Condizioni meteo

Sabato 22 Coperto nuvoloso

Domenica 23 Parzialmente coperto con pioggia

LOCALITA’:    Pietra Parcellara

ALLOGGIAMENTO –VETTOVAGLIAMENTO: Attendato Area Agriturismo Madre Pietra, c/o l’omonimo agriturismo.

Stazione RADIO in WHF Mhz 144-146 Op: I Z 2 LPJ: AIRONE

Equipaggiamento Uniforme vegetata

Dotazione Tecnica Ricetrasmittente, Binocolo, Bussola e GPS

Cartografia Tavoletta IGM 1: 25.000

 

Partecipanti

 

Nominativo                    Ruolo

Unità Motorizzata

MASSARI Giuseppe     Unità Comando Mobile Chevy M 1009 4×4

PIETRA Leonardo

Esploratori

BIGNAMI Claudio

BONFANTI Walter

BOZZI Stefano

CUCCHETTI Davide

SATTA Claudio

MARCHESI Matteo

 

Breve descrizione delle operazioni

ESPLORATORI

T1 La Pattuglia ROSSO, composta da BLU e VERDE, lascia la posizione in direzione T3 (W-SW).

T2 La Pattuglia Blu si sgancia da ROSSO e dirige su T4 (S-SE).

La pattuglia VERDE mantiene la direzione T3.

T3 La pattuglia Verde devia in direzione T4 (S-SE).

T4 Rendez-vouz pattuglie BLU e VERDE.

Si ricompone la pattuglia ROSSO.

La pattuglia ROSSO dirige su T5 (N-NE).

T5 Rendez-vouz pattuglie appiedate e motorizzate. Fine delle attività.

MOTORIZZATI

La pattuglia motorizzata LUPO presidia i tratti stradali interni al teatro operativo.

In condizioni di buona visibilità verranno eseguite prove di intercettazione a distanza con esercizio di calcolo topografico.

 

 

VALUTAZIONE DEI RISULTATI: (DE-Briefing).

L’attività di pattugliamento ha avuto inizio dal punto T5 in alternativa al T1 previsto, aggiungendo circa 2 km al percorso previsto per la pattuglie ROSSO, suddivisa a partire dal punto T2 in pattuglia BLU e VERDE. L’itinerario delle “truppe” appiedate si è sviluppato su un percorso di circa 16 Km, inoltrandosi in territori ad elevato contenuto ambientale e paesaggistico. E’ stato eseguito il consueto programma addestrativo relativo al coordinamento di gruppo, basato sostanzialmente su comunica conoscenza topografica e radiocomunicazioni. Come previsto dallo schema operativo la componente motorizzata ha presidiato la rete stradale interna alla zona operativa, supportando l’operazione sia dal punto di vista delle comunicazioni radio che della logistica di supporto. La stessa unità ha provveduto al recupero delle pattuglie appiedate al punto di rendez-vouz T4, a conclusione dell’attività esplorativa.

 

bollettino n°4

Posted by on lunedì, 21 aprile, 2014

 

A PIACENZA CERIMONIA IN ONORE DEI MILITARI CADUTI PER LA PATRIA

Nella mattinata di venerdì 21 marzo è avvenuta, presso il Famedio dei Caduti in Piazza Cavalli, la cerimonia di deposizione di una corona d’alloro in onore dei militari piacentini caduti per realizzare l’Unità d’Italia e difendere la Patria. L’iniziativa è venuta dalla sezione Unuci di Piacenza e dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano; con la partecipazione delle autorità religiose, della rappresentanza del corpo dei marinai e di quello dei carabinieri di Piacenza, di un gruppo di studenti del liceo Gioia e del pubblico; la piazza è stata gremita velocemente. “Gli scopi di questa manifestazione – ha spiegato Sandro Molinari, presidente di Unuci – sono diversi. Omaggiando coloro che si sono battuti per i grandi ideali della Patria si invitano tutti i membri di questa città a valorizzare il Famedio di Piacenza. Per questo, il secondo grande obiettivo di questa mattina è passare la nostra memoria alle giovani generazioni, che la storia la stanno apprendendo ora dagli insegnanti e dai libri.” A riprova di queste parole hanno parlato anche il rappresentante della fondazione Ing Francesco Scaravaggi ed il Cappellano militare, Don Bruno Crotti, che ha invitato i giovani, primi destinatari della cerimonia, a prendere posto in prima fila per assistere alla benedizione della corona d’alloro. L’intento educativo è stato sottolineato anche dalle parole del messaggio del vescovo mons. Gianni Ambrosio, che ha rilevato “l’importanza di conservare memoria imperitura dei nostri caduti per le generazioni che vivono in un contesto socio-culturale privo di riferimenti autentici.”

 

 

 

 

 

 

 

 

La cerimonia si è conclusa con l’esposizione della corona d’alloro presso il Famedio e un momento di riflessione collettiva.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Presidente Ten. Sandro Molinari Il V. Presidente / Segretario Ten. Giuseppe Massari

Piacenza , 29/03/2014

 

 

Notiziario n. 6 – 2012

Posted by on sabato, 3 marzo, 2012

1) “Attività addestrativa”: determinazione del Consiglio in data 2 Febbraio 2012

 

In relazione allo sviluppo e all’incremento delle diverse possibilità di forme addestrative, il Consiglio di Sezione del 2 Febbraio u.s. ha determinato, per evitare i contrattempi che ultimamente si sono verificati, di approvare le linee guida dell’attività addestrativa.

Riportiamo qui di seguito l’estratto del verbale affinchè siano note a tutti gli iscritti le modalità a cui attenersi.

“..omissis .. Tutti i soci possono partecipare alle attività formative esterne che la Sezione organizza ovviamente compatibilmente con gli impegni, gli interessi e la preparazione fisica e tecnica di ciascuno.

In relazione alle diverse “correnti di pensiero” circa lo svolgimento e la partecipazione alle esercitazioni e, più in generale all’attività addestrativa, si sono create a volte, sovrapposizioni e/o programmazioni precipitose senza una preventiva coordinazione, con un risultato negativo, che ha creato disguidi fra i vari associati e gli organi preposti al coordinamento delle varie attività esterne…

Risulta perciò fondamentale stabilire e fissare dei criteri di base, dei punti fissi che tutti gli aderenti devono osservare e che vengono proposti articolandoli in tre punti che di seguito si elencano:

1. individuare e programmare le attività esterne dell’UNUCI che, in relazione all’addestramento, sono:

  • attività in collaborazione con altri Enti stipulando convenzioni e sottoscrivendo protocolli di intesa;
  • partecipazioni ad iniziative programmate e organizzate da altre sezioni Unuci e/o corpi militari dell’Esercito;
  • esercitazioni organizzate e gestite dai soci della Sezione di Piacenza;

2. fissare dei principi cardine per l’organizzazione delle esercitazioni e precisamente :

  • il non uso di armi o repliche;
  • riservare le esercitazioni per i soli iscritti della Sezione (con la possibilità di allargarle agli iscritti di altre associazioni d’arma, o associazioni di volontariato presenti sul territorio piacentino in base ad apposite convenzioni);
  • valutare il supporto tattico ovvero i presupposti fondamentali ai fini della valutazione di merito dell’utilità dell’addestramento;

3. fissare la procedura dell’organizzazione delle esercitazioni e precisamente: 

  • presentazione delle esercitazioni alla Commissione Addestramento per l’esame e approvazione;
  • predisposizione del calendario annuale delle esercitazioni da parte della Commissione Addestramento;
  •  descrizione dei lineamenti di ogni singola esercitazione dettagliando le modalità di esecuzione e il teatro operativo;
  • attuazione della esercitazione sotto la guida di un Responsabile con piano di missione;
  • verifica dei risultati con un rapporto di missione..

Questa linea di condotta serve per garantire a tutti i soci interessati di poter continuare a svolgere attività addestrativa con proficuo interesse.

Per meglio definire tutto l’iter organizzativo viene incaricato il Col. Carmelo Rogolino quale responsabile e coordinatore della Commissione Addestramento e referente dell’attività addestrativa della Sezione, il quale potrà avvalersi della collaborazione dei Consiglieri e Soci competenti nel settore..

La Commissione dovrà sviluppare e definire la pianificazione delle attività addestrative e la procedura per la realizzazione delle stesse ….omissis ”

 

 

2) Cambio Comando II° RGT Genio Pontieri e nostro Gruppo Bandiera.

 

Il 24 Febbraio u.s. presso la Caserma Filippo Nicolai di Piazza Cittadella è avvenuto il passaggio delle consegne tra il Col. Fabio Cornacchia e il T.Col: Rocco Capuano.

Alla cerimonia, molto partecipata ha presenziato il nostro Gruppo Bandiera con due new entry – Ten. Paolo Malvicini e STen Fabrizio Tummolillo – e due “veterani” – Ten Luca Imberti e Cap. Massimiliano Passante.

Ecco alcune foto della manifestazione e del Gruppo Bandiera Unuci

 

3 ) Rapporto di missione dell’esercitazione “Febbraio 2012”

Il gruppo dei partecipanti ha avuto la fortuna di incontrare una condizione meteo particolarmente favorevole. Con una visibilità superiore ai 5 km è stato possibile operare degli esercizi di ricognizione visiva (con l’ausilio degli adeguati strumenti ottici) raramente realizzabili.

La prima parte dell’attività addestrativa e cioè quella inerente alla realizzazione di una rete radio a copertura dell’area addestrativa, è stata condotta “by the book” ( come da manuale). Sono stati censiti, in termini di radio efficienza, una sufficiente quantità di punti perimetrali sensibili sui quali è stata costruita l’esercitazione del giorno successivo.

La simulazione di “rilevazione di violazione di perimetro da parte di entità ostili non definite” è stata realizzata in modo da individuare concretamente le difficoltà da affrontare in termini operativi, sia dal punto di vista del coordinamento della struttura preposta al rilevamento, che a quella diretta all’intervento ricognitivo.

Nel complesso, l’esercitazione ha prodotto una serie di momenti critici sui quali riflettere prima della stesura di un protocollo operativo adeguato all’argomento in oggetto.

 

Con tanti cordiali saluti

 

Unuci Piacenza

Il Presidente

Ten. Sandro Molinari

Corso di formazione – aggiornamento I Modulo : L’organizzazione dell’Esercito

Posted by on lunedì, 2 maggio, 2011

Nella Sede della Sezione si è tenuto il I modulo del corso di aggiornamento per gli iscritti ed è stato illustrato il tema molto vasto dell’organizzazione dell’Esercito.
Per chi non ha potuto intervenire abbiamo pensato di pubblicare il documento
Rapporto Esercito” qui allegato. dove è illustrato ( pag. 12 – 26 ) il tema trattato.

Unuci Piacenza – Il Presidente Ten. Sandro Molinari

Esercitazione Dicembre 2010

Posted by on mercoledì, 29 dicembre, 2010

Ecco un paio di foto molto significative dell’esercitazione “Dicembre 2010” del 18 – 19 Dicembre 2010.

Nel corso dell’esercitazione  sono state  collaudate, per una pattuglia, le nuove  mimetiche invernali e come si può ben vedere con ottimo risultato.
La giornata di sabato è stata  splendida così come la notte illuminata da una luna super  e che ha determinato una gelida temperatura (quasi  -12) ;
mentre domenica  cielo coperto, ma assenza di precipitazioni.
Esercitazione diurne e notturne come da programma  tranne,  causa le rigide temperature notturne , la preparazione del rancio al campo (acqua congelata e bombola gpl senza pressione) optando per una più ospitale alternativa nella zona.
La zona dell’esercitazione, innevata, ha reso particolarmente duro e utile l’addestramento anche con il collaudo di nuove attrezzature.
Il forte disagio e le grandi  difficoltà  del bivacco, normalmente dimenticate, sono servite, oltre alla verifica del grado di addestramento psico/fisico dei partecipanti, anche per vedere un’alba che, in quelle condizioni, sembrava irreale e meravigliosa (è passata “a nottata”) !

Unuci Piacenza

Il Presidente  Ten. Sandro Molinari

Esercitazione “Novembre 2010”

Posted by on martedì, 23 novembre, 2010

L’esercitazione “Novembre 2010” ha avuto luogo come previsto

Le missioni previste dal programma operativo sono state portate a termine nei tempi e nei modi previsti nonostante la pioggia battente, che ha accompagnato i partecipanti per la maggior parte della durate delle attività.

L’operazione notturna prevedeva la ricognizione discreta su alcuni centri abitati e la rilevazione fotografica di dettagli sensibili.

L’esercizio diurno ha impegnato il gruppo in una marcia affardellata su un percorso misto di circa otto chilometri, costituito per la metà da sentieri più o meno tracciati e per la restante parte da fuoripista boschivo.

La condizione meteo “impegnativa” e comunque prevista per questa stagione, ha contribuito ad aumentare il livello qualitativo dell’esercitazione di orientamento e adattamento operativo previsto negli obiettivi di missione.

Il bivacco notturno ha messo alla prova uomini e materiali riportando in conclusione un esito più che positivo.

Gli anni passano ma la motivazione e i valori rimangono.

Un encomio è veramente  da attribuire a coloro che tengono alto il drappo dell’  “Unuci” in questi momenti di rilassamento e disorientamento  .


Unuci Piacenza – Il Presidente  Ten. Sandro Molinari

Rapporto Esercitazione ottobre 2010

Posted by on domenica, 31 ottobre, 2010

Come previsto dal programma, l’appuntamento addestrativo è stato incentrato sulla rivisitazione, sia in chiave tecnica che sul profilo fisico, del programma addestrativo della scorsa stagione ottobre 2009-giugno 2010.

La buona  condizione meteo ha consentito un tipo di attività ragionata e valutata nel dettaglio.

Per l’attività di bivacco è stata definita una procedura standard che vede: priorità operative di montaggio e smontaggio del campo in funzione delle condizioni atmosferiche, distribuzione agli operatori di compiti precisi (montaggio delle diverse strutture, ecc.) e cura del vettovagliamento.

Ricordiamo che la scelta del posizionamento del campo ai piedi del Monte Bogo coincide con un’area che, sebbene molto esposta alle intemperie,  risulta essere situata su terreno privato (autorizzato dalla proprietà)

L’attività addestrativa di pattuglia,  suddivisa in sessione serale notturna e sessione diurna, ha visto i partecipanti impegnati in marce leggermente affardellate con obiettivi di missione incentrati prevalentemente sulla prova fisica. Questa attività ha condotto la pattuglia appiedata su un percorso complessivo di circa 15 chilometri. Le operazioni sono state condotte in copertura radio, a cura dell’unità motorizzata che, oltre a ciò, è stata determinante ai fini della logistica del campo attendato.

A tal proposito è importante sottolineare l’elevato grado di efficienza operativa del Ten. Leonardo Pietra (LUPO) sia nel campo delle comunicazioni radio che nella cura del vettovagliamento e cucina campale.

Cena, colazione e pranzo, sono state consumate all’interno della tenda comando, consentendo ai partecipanti di trascorrere momenti di vero cameratismo, che hanno aggiunto valore a questa manifestazione.

Nell’immediato de briefing , durante il pranzo domenicale, sono state fatte considerazioni sulle operazioni concluse e sulla proiezione futura dell’attività addestrativa.

Claudio Bignami

Prossima esercitazione sabato 23 e domenica 24 ottobre

Posted by on mercoledì, 20 ottobre, 2010

Con l’autunno abbiamo ripreso l’attività e le esercitazioni di addestramento. Ecco allora il piano della prossima esercitazione predisposto dal Gruppo Addestramento che ringraziamo per l’impegno sempre profuso.

Come già anticipato durante il consiglio “aperto” tenutosi lo scorso mercoledì 13 ottobre, è stato programmata una uscita  addestrativa per il prossimo week-end 23-24 ottobre.

L’obiettivo tecnico di questo appuntamento e di quello che si terra il prossimo novembre, verte soprattutto sul ricondizionamento della “squadra operativa” in vista dell’impegnativa attività invernale.

Il programma  per la giornata di sabato prevede, inizialmente, il posizionamento del campo base sull’altura di monte Bogo (presso area atrezzata ed autorizzata). Successivamente il gruppo dei partecipanti, suddiviso in pattuglia motorizzata e pattuglia appiedata (esploratori Pathfinders) eseguirà una marcia tattica di una decina di chilometri, durante i quali verranno eseguite prove tecniche di rilevazione di informazioni sensibili (dettagli fotografici o censimento di varia natura riferiti a centri abitati posti come obiettivo ipotetico).

A conclusione dell’attività serale si terrà un momento di ristoro all’interno della struttura principale del campo base.

L’attività riprenderà all’alba di domenica 24 ottobre. Il gruppo eseguirà una manovra analoga a quella della sera prima, percorrendo in questo caso, una traiettoria territoriale differente.

Al termine dell’operazione, i partecipanti convergeranno al campo base dove si terrà il pranzo ed il debriefing dell’attività svolta.

Unuci Piacenza   –   Il Presidente Ten. Sandro Molinari